Giannetto Fontana
SiteMap
Dal Gazzettino Settembre 2006 Si è spento il maestro Fontana per anni assessore e vicesindaco Pieve di Soligo (Ma.C.) Si è spento ieri mattina, nella sua abitazione di via Brandolini a Solighetto Giannetto Fontana. Nato nel 1923 ha dedicato la vita all’educazione e alla cultura dei ragazzi. Par quasi 40 anni ha svolto con passione il suo ruolo di maestro elementare nella scuola di Solighetto. E per 40 anni ha varcato il portone del Collegio Balbi-Valier come insegnante di educazione fisica e poi come segretario. Per molti anni è stato direttore dei corsi serali per apprendisti, organizzati nel dopoguerra a Pieve, dove molti dei mobilieri di oggi si sono formati. Persona colta e capace, il maestro Fontana, si impegnò anche nella vita politica, rivestendo per diversi anni il ruolo di assessore e di vicesindaco. Uomo stimato e ben voluto lascia un profondo vuoto in tutto il Quartier del Piave e nei figli Giancarlo, apprezzato pediatra, e Laura. I funerali domani alle 15.30 a Solighetto Dalla Tribuna settembre 2006   
   SOLIGHETTO/AVEVA 83 ANNI    Addio caro maestro Giannetto Fontana
(1923-2006)
Una grande folla ha partecipato sabato scorso nella chiesa di Solighetto ai funerali del compianto Giannetto Fontana, che il parroco nell’omelia ha definito un “simbolo”, un punto di riferimento costante nella vita civile ed ecclesiale del paese. Con lui scompare un personaggio illustre di Solighetto. Discendeva da quella schiera di valenti artisti che, insieme ai Possamai, nel periodo tra le due guerre fecero meritare a Solighetto il titolo di “culla dell’artigianato artistico”. Era figlio di Emilio, il celebre pittore e decoratore. La sua fu una vita tutta dedicata alla cultura e all’istruzione. Per quasi  40 anni fu maestro elementare nelle scuole di Solighetto e insegnate di educazione fisica al Balbi-Valier, collegio del quale fu per alcuni anni anche segretario. Il secondo dopoguerra lo vide a Pieve direttore dei corsi serali per apprendisti, scuola alla quale si sono formati molti giovani che poi, con l’industrializzazione, avviarono e affermarono l’industria del mobile nel Quartier del Piave. La politica locale lo vide nel ruolo di assessore e vicesindaco. Preziosa fu la sua dedizione all’Istituto musicale Toti Dal Monte che raggiunse, con lui risultati lusinghieri. Notevole fu anche il suo apporto alla compagnia teatrale solighettese “La Malintesa”, prima come attore dal secondo dopoguerra e poi, nei primi anni Settanta, con l’arrivo del nuovo parroco don Casagrande, come aiuto regista. In ambito parrocchiale fu più volte membro attivo del consiglio pastorale parrocchiale. L’anno scorso aveva collaborato alla stesura del volume su Solighetto, di cui era ormai una delle poche “memorie storiche”. Giannetto  Fontana, che aveva 83 anni, lascia i figli Laura e Giancarlo, genero, nuora, i tre adorati nipotini e tre fratelli. SOLIGHETTO/AVEVA 83 ANNI     Addio caro maestro Giannetto Fontana                                                                                                                                             Enrico Dall’Anese
Stemma dei Fontana
Clicca sull’immagine   per ingrandirla